Il paradosso del nonno

Il paradosso del nonno è uno tra i più celebri paradossi sul viaggio nel tempo e ha lo scopo di mostrare come viaggiare indietro nel tempo possa creare delle gravi inconsistenze logiche.

Il modo più usato per descriverlo – modo che ha ispirato il suo nome – prevede che un essere umano si sposti a ritroso nel tempo e uccida suo nonno prima che egli possa avere una discendenza. Così facendo si avrebbero diverse ambiguità legate all’alterazione del passato, come il fatto che probabilmente il viaggiatore cesserebbe di esistere o che non si riuscirebbe a stabilire se il suo viaggio nel tempo sia avvenuto o meno.

Questo paradosso riguarda tutti i tipi di ambiguità spazio-temporali che si verrebbero a creare intervenendo sul passato, ed è al centro di dibattiti sia legati alle sue implicazioni fisiche che filosofiche.

Sono state proposte diverse ipotesi per trovare una soluzione al paradosso del nonno. A mio avviso, la più affascinante è quella legata alla teoria degli universi multipli, che ipotizza che l’alterazione del passato porterebbe semplicemente alla scissione dello spazio-tempo in varie realtà alternative e coesistenti, senza che nessuna ambiguità venga prodotta.

Trascurando la possibilità di trovare una soluzione a questo paradosso, è interessante l’uso che ne è stato fatto nel cinema o in televisione. Basti pensare infatti alle saghe di Ritorno al futuro e Terminator, o al film Donnie Darko.

Personalmente ho gradito molto l’utilizzo di questo paradosso in Futurama, un’imperdibile serie animata creata da Matt Groening, autore, disegnatore, fumettista e produttore già noto a tutto il mondo per aver dato i natali a I Simpson.

Philip J. Fry
Philip J. Fry – Uno dei personaggi di Futurama

Nell’episodio “Roswell That Ends Well”, Philip J. Fry, uno dei personaggi, torna involontariamente indietro nel tempo con alcuni suoi amici, ritrovandosi casualmente nel giusto luogo e nel giusto anno per incontrare suo nonno ancora in giovane età.

Messo in guardia sul pericolo legato all’alterare il passato, Fry si fa scioccamente prendere dal panico e inizia a tampinare suo nonno, cercando in ogni modo di proteggerlo da pericoli a cui non è effettivamente destinato. Ironicamente, in questa sua inutile quanto assurda crociata, finisce proprio per causare la morte del suo antenato, incappando all’apparenza nel paradosso del nonno e, sempre all’apparenza, condannando se stesso a essere cancellato dall’esistenza.

Quello che accadrà, in realtà, è che Fry più tardi incontrerà anche la donna destinata a diventare sua nonna e, pur sospettando che ella potrebbe essere una sua antenata, avrà con lei un rapporto sessuale durante il quale la stessa rimarrà in cinta. Così facendo, non solo salverà involontariamente la sua esistenza, ma diverrà di fatto il nonno di se stesso, trovando, se così si può dire, un’improbabile soluzione al paradosso del nonno.

  Riccardo Giovarelli    All rights reserved 

  •  
  • 8
  •  
  •